Roma: cosa fare in un week-end

Se avete soltanto un week-end di relax a cavallo del sabato e della domenica, nulla vi vieta di decidere di fare uno “strappo alla regola” e, anziché passarlo nella solita città assieme ai soliti amici, vivere due giorni intensi nella Città Eterna.

Roma offre molto anche per chi può restarci poco tempo, in due giorni – che spesso sono in realtà un giorno e mezzo – può regalare emozioni e sorprese se organizzati per tempo. Smettete di poltrire sul divano e portate con voi il vostro partner lungo una rapida quanto affascinante full immersion romana!

Ipotizziamo insieme un week-end romano con i luoghi da poter visitare. Partendo dalla Stazione Termini, è consigliabile fare immediatamente un abbonamento giornaliero ai mezzi pubblici dell’ATAC ad una delle tante macchinette automatiche a disposizione. In questo modo potrete sfruttare per un giorno intero e con un unico biglietto tutti i mezzi pubblici di Roma (metropolitana, tram, bus).

Prendendo la metro A, si può scendere alla fermata Barberini e vi troverete immediatamente immersi nel centro di Roma. Potrete facilmente raggiungere a piedi la Fontana di Trevi e da lì, sempre a piedi attraversando Via del Corso, arrivare fino al Pantheon, antico tempio pagano che oggi ospita le tombe dei primi due Re d’Italia. Proseguendo a piedi, si arriverà alla enorme e bellissima Piazza Navona. Piazza Navona ospita la magnifica Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini, molti i ristoranti nella zona dove fermarsi per il pranzo o semplicemente rinfrescarsi con un dessert.

Proseguendo a piedi lungo i vicoli verso il Tevere, giungerete a Ponte Sant’Angelo e da lì, anche aiutandovi con i mezzi, diventa molto facile raggiungere Piazza San Pietro. Il “cupolone” della Chiesa di San Pietro è simbolo di Roma, ma anche della millenaria fede cristiana e dei numerosi Papi che qui si susseguono da secoli.

Da Città del Vaticano riprendete la metropolitana (Ottaviano) e scendete alla fermata Flaminio. Sbucherete in Via del Corso da cui raggiungerete Piazza di Spagna, più bella e maestosa da ammirare durante le ore serali, con la sua lunghissima scalinata. Nei pressi di Piazza di Spagna potrete ristorarvi per la cena in uno dei tanti ottimi ristoranti per tutti i gusti. Dopo di che, riposo fino al mattino successivo. Potete addirittura scegliere di soggiornare in uno dei numerosi b&b che sorgono nelle sue vicinanze (tra questi Suitesrome.it è un bellissimo b&b di lusso).

Nel secondo giorno potrete concentrarvi a visitare i resti della Roma Imperiale. Da Termini, scendendo alla fermata metro Circo Massimo potrete ammirare le rovine della zona con una capatina al Foro Romano: i resti della Roma Antica saranno sotto i vostri occhi ben visibili. Dal Foro è facile arrivare all’imponente Colosseo: simbolo di una città e di una antica civiltà scomparsa. Nei pressi del Colosseo, potrete visitare altri resti imperiali come il Foro di Traiano.

A questo punto, potrete dire di aver visitato Roma nella sua essenza imprescindibile. Già dal tardo pomeriggio, potrete andar via con uno dei mezzi che avrete precedentemente programmato.

Ultimo consiglio: scarica gratis la Mini Guida di Roma in formato Pdf. Informazioni utili e consigli turistici per organizzare il vostro viaggio a Roma.

One Response to Roma: cosa fare in un week-end

  1. In un weekend a Roma poi penso non possa mancare un giro nel quartiere di Trastevere, sia di giorno tra i suoi vicoletti che la sera per la sua movida.

    Viaggiatore 13 Ottobre 2013 at 17:28 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *