Palermo: viaggio alla scoperta del suo patrimonio culturale e del suo mare

Palermo

Un viaggio in Sicilia non può che cominciare da Palermo, capoluogo dell’isola, non solo per il suo notevole patrimonio artistico e culturale, ma anche per il suo mare splendido.

Profondamente influenzata dalla dominazione prima araba poi normanna, Palermo rivive ogni giorno atmosfere tipicamente arabe nei suoi mercati di Ballarò e della Vuccirìa, frequentati non solo dagli stessi abitanti di Palermo ma anche dai tanti turisti incuriositi. Palermo è meta del turismo nazionale e non solo. Molti sono i turisti che giungono qui da tutto il mondo, complice soprattutto la facilità di giungere qui grazie all’aeroporto che dista appena 30 minuti di autostrada, al porto e alla stazione ferroviaria che collega Palermo col resto d’Italia.

Dormire a Palermo non è un problema. Numerosi sono i bed and breakfast e le altre strutture ricettive in città. Se siete appena arrivati in città basta collegarvi a internet col vostro smartphone e digitare bb a Palermo centro per avere una lista dei bed & breakfast più vicini a voi con prezzi e foto descrittive. Facile no? Optare per una struttura in posizione centrale agevola parecchio negli spostamenti, dato che Palermo è una città molto trafficata e potreste dunque perdere molto tempo nel traffico durante il vostro tour della città.Camminando per il centro immancabile è la visita a Piazza Pretoria con la sua fontana omonima e le sue statue di nudo, tra le attrazioni turistiche più gettonate della città.

Proseguendo la visita della città visiterete il Palazzo dei Normanni, sede del parlamento siciliano. Al suo interno vi si custodiscono meravigliosi mosaici e la famosa Cappella Palatina. La struttura fu eretta su una precedente costruzione di origine araba.

Cappella Palatina Palermo

Cappella Palatina Palermo

Per coloro che cercano un po’ di adrenalina consigliamo una visita alla Catacombe dei Cappuccini, situate proprio sotto il Convento dei Cappuccini, che con i suoi 800 cadaveri mummificati ottimamente conservati diventa un luogo inquietante e al tempo stesso affascinante. Alcune leggende parlano anche di alcune presenze inspiegabili che attribuiscono un aspetto ancor più inquietante e misterioso.

Volendo risalire alla luce e all’aria aperta, smaltendo adrenalina e paura, consigliamo di puntare verso la costa di Palermo, in particolare verso la zona di Mondello, una frazione del capoluogo siciliano. Mondello è sospesa tra il golfo omonimo e il Monte Pellegrino, ed è meta del turismo estivo per il suo mare cristallino e per la vivacità della sua piazza e delle sue viuzze.

I b b a Mondello non mancano. Anche qui basta cercare sul web per vedere subito dove alloggiare in base alle proprie esigenze in termini di costi e di posizione. Molti b&b si trovano in ville, qui molto diffuse, così come diffuse sono le palme che donano a questo luogo un aspetto un po’ esotico. Alcuni bed and breakfast si trovano poi proprio sul mare e godono di una vista panoramica davvero unica sul tratto di mare antistante. Il relax è assicurato, così come l’ottima cucina e l’ospitalità degli abitanti che contraddistingue il popolo siciliano e in genere la gente del sud.

One Response to Palermo: viaggio alla scoperta del suo patrimonio culturale e del suo mare

  1. Pingback: Itinerario Arabo Normanno a Palermo | Turista Web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *